header image
Home arrow Pro-Loco e dintorni... arrow Pro-Loco dintorni... arrow Il tipico cenone di Natale a Casaprota
Il tipico cenone di Natale a Casaprota PDF Stampa E-mail
Scritto da Pro - Loco   
14 Dic, 2007 at 07:30
di Michela Filippi
 
Il giorno che precede l’avvenimento del Santo Natale, secondo il precetto della Chiesa, è obbligatorio astenersi dalle carni; è una delle poche Vigilie rimaste da osservare. La sera del 24 Dicembre è Imageusanza consumare il tipico “CENONE” che ha un menù basato soprattutto sul pesce, ma anche su altre portate caratteristiche del paese. Come primo piatto è tradizione cucinare spaghetti con sugo di alici (che può essere sostituito da preparati di pesce oppure condimento con vongole). Come secondi piatti si mettono in tavola anguilla e tonno, frittura mista di pesce,capitone  arrosto e tipici frittelli con cavolfiori, oltre al Baccalà con uva appassita. Per quanto riguardo i contorni ancora  cavolfiori, ma bolliti e anche finocchi e insalata mista.Il cenone termina con l’immancabile dolce: è tradizione preparare il tipico pangiallo che ha come ingrediente principale frutta secca. Altro dolce caratteristico è la  nociata, con noci e miele, si serve tagliata a pezzetti a  forma di rombo e disposta in mezzo a due foglie di alloro.  L’atmosfera magica del cenone prepara le Famiglie a partecipare alla Santa Messa di Mezzanotte.