header image
Home arrow Storia e cultura arrow AIPO si prende cura dell'olio di oliva
AIPO si prende cura dell'olio di oliva PDF Stampa E-mail
Scritto da Pro - Loco   
18 Dic, 2010 at 02:43

ImageLa Cooperativa Olivicola di Casaprota da quest’anno ha aderito al progetto AIPO con 37 soci. Oggi più che mai è fondamentale sapere da dove proviene ciò che mangiamo, per alimentarci in modo sereno. Speso non bastano più i semplici accorgimenti che un tempo permettevano di scegliere prodotti genuini del proprio territorio. La globalizzazione, oltre ad avvicinare le nazioni, permette una circolazione delle merci, che spesso rende impossibile ricostruirne la provenienza. Per questo AIPO ha deciso di impegnarsi nel garantire la rintracciabilità  dell’olio d’oliva e l’origine  100% italiana della materia prima. Da qui nasce la filiera AIPO che permette di documentare non solo la natura e l’origine degli oli (territorialità, peculiarità delle olive), ma anche e soprattutto la loro collocazione sul mercato. La  intracciabilità di filiera è la capacità di ricostruire la storia e di seguire l’utilizzo di un prodotto mediante identificazioni documentate relative ai flussi materiali ed agli operatori di filiera, ‘dal frutto alla nostra tavola’, consentendo quindi di risalire ad ogni azienda che ha avuto un ruolo nella formazione del prodotto. Per garantire questi aspetti ed accrescere il valore della filiera. Aipo ha ottenuto il riconoscimento ufficiale delle attività realizzate ai fini della qualità e della sicurezza del prodotto con la certificazione a norma UNI EN ISO 22005:2008. Questa certificazione attualmente è il migliore strumento per la tutela della sicurezza alimentare e della qualità dei prodotti, e rappresenta il nuovo standard internazionale in materia di rintracciabilità nelle filiere agroalimentari. La rintracciabilità di filiera presuppone il controllo delle fasi critiche di ciascuno passaggio del processo produttivo. La rintracciabilità riguarda i seguenti aspetti nella fase agricola:

  • 1) suddivisione dell’azienda in appezzamenti omogenei
  • 2) registrazione dei trattamenti
  • 3) registrazione della raccolta
  • 4) trasporto delle olive al frantoio
  • nella fase di trasformazione:

    • 1) conferimento delle olive
    • 2) stoccaggio delle olive

    nella lavorazione:

    • 1) stoccaggio olio
    • 2) imbottigliamento

    Al fine di ottimizzare l’efficienza e la trasparenza dei dati di rintracciabilità di filiera, AIPO si avvale, oltre che di una rete di collaboratori, professionisti, aziende e laboratori, anche di strumenti tecnici e informatici costantemente aggiornati. Solo olio italiano da olive italiane, controllo della lavorazione e garanzia di trasparenza… olio d’oliva veramente genuino e sicuro.


Scrivi Commento
Per inserire un commento effettuare il login o registrarsi.

Ultimo aggiornamento ( 08 Apr, 2011 at 10:57 )

Newsletter
Iscriviti gratis

Name
E-mail
Sottoscrivi
Cancella sottoscrizione
 Aggiungi ai Preferiti
 Imposta come Homepage
Utenti On-line
Abbiamo 57 ospiti on-line
News Lazio
Regione Lazio - Notizie
Feed RSS del Portale Regionale